Lamatura del parquet. Ringiovanisci il tuo Parquet in legno - Consigli utili
Hobby

Lamatura del parquet. Ringiovanisci il tuo Parquet in legno

In questo approfondimento andiamo a spiegare i vantaggi e le potenzialità dell’effettuare la lamatura del parquet e dei rivestimenti del nostro pavimento in legno.

L’operazione di lamatura fondamentalmente serve per migliorare l’aspetto del pavimento del parquet.

L’importanza della lamatura del parquet.

L’operazione di lamatura o levigatura del parquet è un trattamento utile da replicare periodicamente, per conservare la bellezza originaria del rivestimento in legno del nostro pavimento.

E’ un intervento di manutenzione straordinaria, che rinnova esteticamente il parquet, andando a rimuovere le imperfezioni in superficie che si creano dall’usura e dall’utilizzo naturale del pavimento.

Si tratta ovviamente di imperfezioni che rendono il nostro parquet originale, unico, conferendo al pavimento in legno un fascino particolare.

Infatti in genere si tende a non effettuare una lamatura profonda, ma trovare il giusto equilibrio per conservare anche l’aspetto imperfetto del pavimento in legno.

In genere l’intervento di lamatura del parquet a Roma come in altre città viene fatto da interventi di mani esperte di falegnami che effettuano periodicamente lamature, perché conoscono le anime e le essenze del legno, cercando quindi di mantenere le loro caratteristiche native.

Come avviene la lamatura del parquet?

La levigatura del parquet consiste principalmente nell’eliminazione di uno strato superficiale del pavimento in legno, in maniera di donare un aspetto estetico piacevole alla vista. L’operazione si suddivide in diverse parti:

Nella prima fase si provvede con rimuovere il battiscopa, e pulire a fondo il pavimento che si intende trattare.

La seconda fase invece, permette di dare una prima scorticata alla superficie del legno, per rimuovere il film di finitura del pavimento.

Successivamente si procede con la levigatura effettiva, passando sul parquet un nastro abrasivo medio con una macchina apposita.

Nella fase successiva si stucca tutta la superficie del parquet, insieme a polvere di legno, per chiudere le fughe presenti tra un listello e l’altro del nostro pavimento in legno.

Viene poi carteggiato il pavimento in superficie, per rimuovere lo stucco che è rimasto in eccesso.

Poi si procede ad aspirare le impurità presenti, pulendo il pavimento con macchine aspiratrici professionali.

Alla fine di tutti i passaggi, in ultimo il rivestimento del parquet viene rifinito usando vernici, cere o olii.

La levigatura dei pavimenti in parquet rovinati, viene effettuata con macchine specifiche, cioè le levigatrici per il parquet.

Le levigatrici hanno lame rotanti abrasive, ed effettuano un’operazione uniforme sulla superficie del parquet.

Le lame delle macchine abrasive sono intercambiabili e hanno in genere grane di spessore diverso. Alcune macchine abrasive sono dotate anche di spazzole di lucidatura, che permettono di lucidare il parquet e conferire un aspetto estetico definitivamente soddisfacente alla pavimentazione.

Quali tipi di parquet sono soggetti a lamatura? Ogni quanto si effettua l’intervento?

Tutti i tipi di parquet possono essere soggetti a lamatura, ma a seconda del tipo è possibile effettuare un numero definito di interventi, per non eccedere e rovinare irrimediabilmente la superficie del pavimento in parquet.

Ad esempio il parquet prefinito, che ha uno spessore di legno nobile inferiore al legno massello, sostiene da 2 a 4 operazioni di levigatura, mentre per il legno massello è possibile effettuare la lamatura per il doppio delle volte.

In genere la levigatura del pavimento in parquet, il primo trattamento viene consigliato dopo circa otto anni dalla prima posa, e successivamente vengono fatti passare almeno 6 anni.

Nel caso di Parquet prefiniti invece, la prima lamatura avviene dopo circa 15 anni dalla loro prima posa, e successivamente le operazioni di lamatura vanno dosate con cura ed attenzione.

Se stai cercando parquet a Roma.   Se hai dubbi, domande o vuoi chiedermi qualcosa, utilizza il modulo che trovi in fondo alla pagina! Se l’articolo ti è piaciuto condividilo con la tu cerchia di amici. Grazie di avermi letto.

Se vuoi maggiori informazioni o consigli contattami:
 
 
 

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti sulle pubblicazioni di WeAndArt

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *